arancini di carnevale
Arancini di Carnevale, il dolce tipico del periodo carnevalesco, tra coriandoli e stelle filanti spuntano questi dolcetti fritti direttamente dalle Marche, tradizione antica e tanto apprezzata assolutamente da non confondere con i classici arancini di riso che niente hanno a che vedere con questi dolcetti. Semplicissime bontà casalinghe che allietano e rallegrano il palato degli ospiti e non solo, prepararli è una passeggiata e servono pochissimi ingredienti e un impegno di qualche oretta tra preparazione e cottura.

Ingredienti per 22 arancini
  • Farina 00 300 g Uova ( circa 1) 53 g
  • Burro morbido 25 g
  • Latte intero 125 g
  • Lievito di birra fresco 10 g
  • Zucchero 30 g
PER LA FARCITURA
  • Zucchero 100 g
  • Scorza d’arancia 2
PER FRIGGERE
  • Olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Per realizzare gli arancini di Carnevale scaldare leggermente il latte e sciogliervi dentro il lievito di birra facendo attenzione che il latte non sia estremamente caldo altrimenti il lievito non agirà come dovrebbe. Mescolare bene con un cucchiaio e passare alla farina. Versare della farina dentro una ciotola abbastanza capiente, aggiungere il burro, lo zucchero e l’uovo.

Versare il latte a filo e iniziare a impastare tutti gli ingredienti cercando di fare assorbire i liquidi ottenendo alla fine un unico panetto omogeneo e senza grumi che dovrà essere coperto con della pellicola per alimenti per lievitare alla giusta temperatura ovvero a 26-28° per 2 ore, il risultato finale dovrebbe essere impasto triplicato di volume. Per farlo lievitare meglio si può sistemare in forno spento con la luce accesa. 

Intanto passare all’aromatizzazione dello zucchero con la scorza dell’arancia grattugiata, mescolare bene e dopo le due ore prendere l’impasto e trasferirlo sulla spianatoia.

Stendere l’impasto con un mattarello e farcire la sfoglia con il composto di zucchero e scorza di arancia, distribuito in modo omogeneo, arrotolare la sfoglia dal lato corto ottenendo un salsicciotto stretto e tagliarlo poi a rondelle di circa 1cm. 

Adagiare le rondelle su un vassoio rivestito con della carta forno e fare lievitare gli arancini per una mezz’ora circa. Una volta trascorso il tempo dovuto scaldare dentro un pentolino l’olio di semi e quando avrà raggiunto i 170°, immergere gli arancini pochi per volta.

Saranno cotti quando avranno raggiunto la giusta colorazione ovvero la giusta doratura. Scolare con la schiumarola e trasferirli su un vassoio rivestito con la carta per fritti.

Consigli e Conservazione
Gli arancini di Carnevale dovranno essere consumati entro poche ore dalla preparazione per un massimo di 24 ore. 

Una tra le tante varianti della ricetta prevede l’aggiunta di un liquore a scelta, nel caso specifico delle Marche è consigliato il Mistrà dato che è il liquore tipico della zona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here