Farfalle con panna e salmone
Farfalle con panna e salmone, un piatto classico, veloce, cremoso, facilissimo da preparare con mille sfumature. La ricetta ideale è fatta delle farfalle, dal salmone fresco e dalla panna migliore in commercio. A chi piacciono i piatti cremosi la pasta alla zarina, quella con lo speck e panna, risotto alla parmigiana, la ricetta che segue sembrerà una ricetta paradisiaca. Non c’è piatto più buono della pasta con panna e salmone. Si tratta di preparazioni facilmente presentabili, deliziose, che mettono allegria e fanno venire l’acquolina in bocca sia ai più grandi che ai piccini. In genere più piccoli non amano il pesce, ma in questo caso essendo un piatto davvero molto colorato e particolare sarà ben accolto.
La preparazione richiede circa 15 minuti, con una cottura di 25, molto semplice da creare anche quando si hanno degli ospiti a cena o pranzo che arrivano a sorpresa.

Ingredienti 

  • Farfalle 320 g
  • salmone affumicato 250 g
  • cipolle bianche 30 g
  • prezzemolo 2 ciuffi
  • panna fresca liquida 250 g
  • passata di pomodoro 40 g
  • burro 30 g
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b
Preparazione

Per preparare la pasta panna e salmone iniziare a tagliare la cipolla a cubetti, fare sciogliere del burro in padella, aggiungere la cipolla. Mettere a bollire l’acqua e aggiungere il sale, tagliare a pezzetti il salmone fresco, aggiungerlo in padella e farlo saltare. Metterlo da parte una volta scottato.

Utilizzare la stessa padella per riscaldare il pomodoro, aggiungere adesso la panna e un cucchiaio di acqua di cottura ottenendo un composto rosato. Tritare il prezzemolo ed aggiungerlo ad esso. Unire il salmone e fare cuocere a fuoco basso finché non sarà più o meno cotto.

Nel frattempo cuocere le farfalle e quando saranno pronte unirle al sugo ovviamente ben scolate. Decorare a proprio piacere aggiungendo degli straccetti di salmone, un filo d’olio, del prezzemolo ed ecco che il primo piatto è pronto per essere servito in tavola. Servire ancora caldo per gustarlo in tutta la sua bontà. La pasta deve essere consumata subito e non può essere conservata in frigo perché perde gran parte del suo gusto.

In alternativa, qualora ci dovesse essere la necessità di conservare, mettere in frigo dentro un contenitore a chiusura ermetica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here