Fave alla menta
Fave alla menta, un condimento per la pasta perfetto per chi ha gusti forti e particolari, ma anche un contorno che riesce ad accompagnare bene qualunque tipo di secondo. Le fave alla menta arricchiscono molti piatti proprio grazie alla profumazione secondo qualcuno poco elegante, secondo molti davvero eccezionale. La preparazione sia nel primo che nel secondo caso è molto rapida, non serve chissà quale maestria, anzi addirittura possono cuocere tranquillamente in un pochino di acqua di cottura e lasciate andare così fino a che non saranno pronte.

Ingredienti
  • Fave da sgusciare 1 kg
  • Pancetta affumicata 200 g
  • Cipolle 1/2
  • Menta 15 g
  • Prezzemolo 20 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Brodo vegetale 250 ml
  • Vino bianco 100 ml 
Preparazione

Per preparare le fave alla menta iniziare lavando le fave, sgusciandole dal baccello e sgranandole facendo un piccolo taglietto per fare fuoriuscire il seme delicatamente, a questo punto potranno essere messe da parte e si potrà andare avanti con la preparazione.

Quindi prendere il prezzemolo e tritarlo, fare la stessa cosa con la cipolla, poi prendere una padella abbastanza capiente e riscaldare al suo interno un paio di cucchiai di olio aggiungendo infine la pancetta a cubetti, la cipolla, il prezzemolo e la menta. Il tutto deve soffriggere finchè la cipolla non si sarà dorata e non sarà quindi appassita. 

Unire le fave, sfumare con il vino bianco, aggiungere il sale, il pepe e cuocere per circa una ventina di minuti aggiungendo ogni tanto, quando necessario un pochino di brodo vegetale per favorire e facilitare la cottura senza avere la preoccupazione che qualcosa si attacchi. 

A fine cottura ultimata le fave saranno pronte per essere servite, ma attenzione a non dimenticare l’aggiunta delle foglioline di menta che daranno quell’odore di freschezza insostituibile e che probabilmente sono il segreto di questo contorno, o qualora si voglia condimento, da leccarsi i baffi.

Consigli E Conservazione

Il contorno di fave può essere conservato in frigo per pochissimi giorni dentro un contenitore ermetico, è meglio evitare di congelare perchè il sapore non sarà più lo stesso. 

Per chi non avesse voglia di soffriggere, una variante potrebbe essere stufare le fave e gli aromi dentro una pentola con del brodo vegetale fino a quando queste non saranno ben cotte..
Ovviamente il risultato non sarà lo stesso ma non si può dire quale dei due sia migliore o peggiore, tutto dipende dal proprio gusto. Tentare non nuoce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here