frittelle di cavolfiore
Le frittelle di cavolfiore sono l’antipasto per eccellenza, il più buono in assoluto perchè sono croccanti all’esterno ed hanno il ripieno morbido e gustoso che le rende l’ideale per il buffet ma non soltanto. 

Ingredienti 
  • cavolfiore 1 grande
  • farina 00 150 gr
  • uova grandi 2 
  • aglio 3
  • scalogno 50 gr
  • olio d’oliva 901
Preparazione 
Le frittelle di cavolfiore sono facilissime da preparare. Come prima cosa prendere il cavolfiore e pulirlo togliendo il gambo centrale e le foglie. Fare bollire dentro una pentola di acqua grande e salata, deve cuocere finchè non diventa tenero.

Quando sarà pronto trasferirlo sopra un tagliere e tagliarlo a piccoli pezzi con un coltellino affilato. Unire al composto di farina, uova, scalogno, aglio, sale e pepe, rendendo tutto più omogeneo possibile.

Prendere una padella e scaldarle l’olio a fuoco basso, aggiungere due cucchiai del composto al cavolfiore appiattendolo più possibile utilizzando magari una spatola e distanziando le frittelle per evitare che si attacchino tra loro.

Fare cuocere per circa 3 minuti, girare e rigirare per far sì che diventino dorate. Trasferire sulla carta assorbente per eliminare l’olio in più e poi spostarle su un piatto di portata. In alcune zone di Sicilia, per esempio a Messina, le polpette si preparano aggiungendo il pecorino romano. In altri posti invece si aggiunge l’acqua fredda, frizzante, al composto con cavolfiore. Insomma ognuno ha la propria variante ma ogni ricetta dà grandi soddisfazioni. 

Consigli

Prima di aggiungere le frittelle accertarsi che l’olio in padella sia caldo. Se non si volesse preparare questo tipo di pastella, si può utilizzare anche quella lievitata utilizzando semplicemente 5 grammi di lievito di birra fresco ogni 300 grammi di cavolfiore.

Una volta ottenuto il composto con farina, uova, aglio, scalogno, sale, pepe e lievito, coprire tutto quanto con della pellicola trasparente e fare lievitare per almeno due ore fino al raddoppio del volume. 

Alle frittelle è possibile aggiungere poi della ricotta o della mozzarella, in alternativa prepararle senza uova e mettere al loro posto le melanzane che danno vita ad una preparazione molto più buona dato il sapore ricco e deciso.

Ecco che le frittelle di cavolfiore sono pronte per essere servite in tavola come antipasto e non soltanto. C’è chi per esempio sceglie di servirle agli ospiti anche come secondo o addirittura come contorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here