Pasta alla zarina
Pasta alla zarina, un classico anni ’70 preparato a base di salmone, con una particolare sfumatura di vodka, scorze di arancia e limone. Il tocco fenomenale in più? Le uova di lompo, che forse non a tutti piacciono e che per questo possono essere evitate e sostituite senza problemi. A questo primo si può accostare qualunque secondo, qualunque antipasto, insomma si è abbastanza liberi di preparare ciò che si vuole sia per una cena che per un pranzo. Gli ospiti, amici o parenti, rimarranno a bocca aperta, semplice da preparare ma assolutamente buono. 

Ingredienti 
  • panna fresca liquida 300 g
  • burro 30 g
  • salmone affumicato 250 g
  • vodka 50 g
  • pennette rigate 320 g
  • aglio uno spicchio
  • limoni scorza di 1/2
  • arance scorza di 1/2
  • olio extravergine di oliva 20 g
  • sale e pepe a piacere
  • uova di lompo nere 15 g
  • uova di lompo rosse 15 g
  • timo 2 rametti
Preparazione

Per preparare la pasta alla zarina fare sciogliere il burro in padella, poi mondare l’aglio, rimuovere l’anima e fare soffriggere nel burro. Al termine, rimuovere, poi tagliare il salmone a listarelle, successivamente a tocchetti, fare saltare nel soffritto.

Sfumare con la vodka e lasciare cuocere fino a quando la vodka non sarà evaporata. Spegniere il fuoco. Versare dentro un contenitore alto la panna e un pochino di salmone mentre l’altra metà va messa da parte. Frullare a questo punto tutto insieme con un frullatore ad immersione.

Versare il composto nella padella in cui è stato cotto il salmone, incorporare il salmone tenuto da parte e grattugiare le scorze di limone e arancia. Aggiungere le uova di lompo rosse e nere e mescolare tutto insieme. 

Cuocere la pasta e scolarla una volta pronta. Tenere da parte un pò di acqua di cottura, aggiungere delle foglie di timo al condimento, mettere tutto insieme e servire.

Il piatto è pronto per essere portato in tavola, se si vuole decorare aggiungere sopra la pasta qualche foglia di timo che profuma ancora di più questo delizioso primo piatto estivo ma non solo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here