tortino di sarde con insalata di

Tortino di sarde con insalata di finocchi e arance

A casa mia il pesce non è molto apprezzato. Fare mangiare pesce ai miei uomini equivale a incartocciare ed infornare due orate o due spigole. La maggior parte delle volte di allevamento. Anche se sono di mare, spesso questo tipo di animali vengono comunque allevati e non crescono felici in mare aperto.
Non sono particolarmente favorevole al pesce di allevamento, preferico di gran lunga il pesce azzurro, più sano, gustoso e ricco di omega 3, calcio, fosforo, iodio e selenio. Ed economico!
Le sarde, in questo periodo, sono ottime, corpose e argentate. E costano davvero poco.
Si avvicina San Giuseppe, ed è usanza, quel giorno, preparare la pasta con le sarde e il finocchietto. Altra preparazione tipica sono le sarde a beccafico, la cui preparazione, però, comporta un pò di tempo e di pazienza. Questo tortino di sarde è una versione leggermente più semplice e meno laboriosa, e ugualmente saporita. Da provare assolutamente. L’ho accompagnato con una freschissima insalata tipicamente siciliana, che ne completa il gusto e pulisce il palato.

Tortino di sarde
Per 4 persone:
1 Kg di sarde da pulire (o 600 gr peso netto)
200 gr circa pangrattato
una manciata di formaggio caciocavallo grattuggiato 
succo di 1 arancia
scorza di una arancia
60 gr tra passoline (uvetta piccolina) e pinoli
olio, pepe, foglie di alloro
e per accompagnare

Insalata di arance e finocchi:
1 finocchio
2 arance
1 cipollotto
sale, pepe, olio
Preparare le sarde: con tanta pazienza, pulire le sarde, eliminando le interiora, le squame, la testa e la coda. Otterrete dei filetti da cui dovrete togliere anche le lische più grandi ed evidenti. Sciacquare il pesce sotto l’acqua corrente e poi riporre in uno scolapasta per fare sgocciolare. Lasciare in frigo almeno un paio di ore, poggiando lo scolapasta su un piatto.
Preparare la panatura: mescolare insieme pangrattato, formaggio grattuggiato(poco), uvetta, pinoli e succo di arancia, condendo anche con un pò di olio, di scorza di arancia grattuggiata e di pepe (non c’è bisogno di sale, il pesce azzurro è già piuttosto saporito.
Rivestire una teglia con carta forno. Asciugare i filetti di sarda con della carta assorbente, poi bagnarli con dell’olio. Panarli da entrambi i lati e adagiarli in teglia, formando almeno due strati. Distribuire sulla superficie qualche foglia di alloro. Far cuocere in forno caldo a 200° per circa 15-20 minuti. La superficie dovrà risultare dorata e il pesce umido e non asciutto.
Durante la cottura del pesce, preparare l’insalata di accompagnamento: pulire il finocchio e tagliarlo a fettine. Sbucciare l’arancia, spicchiarla e tagliare ogni spicchio in 2 o 3 pezzi. Affettare sottilmente il cipollotto. Condire il tutto con olio, sale e pepe. Fare insaporire un paio di minuti.
Quando il tortino sarà pronto, estrarre la teglia dal forno, lasciare riposare un paio di minuti, poi tagliare a fette ed impiattare, accompagnando con l’insalata di finocchio e arance.
Note: Il piatto è molto più buono da caldo che da freddo. Eventualmente, scaldare bene prima di consumarlo.
Buon Appetito!

Stefania

Comments

  1. un tortino molto invitante con il suo deciso sapore ….ottimo davvero
    lia

  2. come sai, questa è musica per le orecchie di Poverimabelliebuoni!!!
    brava! vai d'azzurro….
    Ciao
    Cris

  3. Ciao Stefania! Mamma mia che piatto gustoso ci hai regalato! Accostamenti particolari ma senza dubbio ottimi! Un bacio e complimenti!

  4. http://aglioeprezzemolo.blogspot.com/2013/03/premio.html

    ciao. ti seguo spesso e ho pensato di dedicarti questo premio. a presto, sandra

  5. Ma che bella ricettina, da provare certamente. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così avrò le tue ricette sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Francesca.

Trackbacks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *