Focaccine di riso
Focaccine di riso ripiene ecco quel qualcosa di buono e gustoso da offrire agli ospiti in visita. Davvero buone e particolari, ma non è necessario specificarlo dato che già la parola “focaccine”, regala la garanzia di qualcosa di stupefacente. Un unico consiglio è prepararne tantissime perchè vanno via, volano proprio, soprattutto in presenza di bambini. 

Ingredienti 

  • riso Vialone Nano 180 g
  • brodo vegetale 1 l
  • Parmigiano Reggiano 80 g
  • burro 80 g
  • timo 3 rametti
  • speck 8 fette (40 g)
  • Asiago 4 fette (80 g)
  • pangrattato 40 g + la panatura
PER FRIGGERE
  • olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Per preparare le focaccine di riso ripiene fare tostare il riso con 30 g di burro per qualche minuto e poi versare dentro il brodo vegetale. Quindi fare cuocere per circa 15 minuti perchè deve essere assolutamente cotto. 

Alla fine della cottura, togliere la pentola dalla fiamma e mantecare il riso con il Parmigiano Reggiano e il burro. Rovesciare il risotto su una teglia e livellarlo in modo che si raffreddi in modo uniforme ma soprattutto in fretta.

Quando sarà freddo, travasare il riso dentro una ciotola ed unire il pangrattato e le foglioline di timo. Saranno proprio queste a dare il sapore buonissimo e delicato al piatto. Amalgamare tutto bene, ungere una ciotola e trasferire dentro 80g di riso premendo bene ai lati. 

Al centro del tortino mettere 20 g di Asiago e 10 g di speck. Ricoprire con 50 g di riso, livellando la superficie. A questo punto togliere la focaccina dallo stampo e passarla sul pangrattato. Preparare tutte le altre focaccine. E’ arrivato il momento di friggere, quindi versare l’olio dentro una padella, una ciotola capiente e friggere bene per un 4 minuti per lato. 

Attenzione a girare e rigirare in modo che siano ben cotte non soltanto esternamente ma anche internamente. Quindi adagiare sopra la carta assorbente. In questo modo verrà eliminato tutto l’olio in eccesso. Servire ancora calde ma non troppo, per gustarle in tutta la loro bontà.

Friggere una per volta per far sì che cuociano davvero bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here