Zuppa imperiale
Zuppa imperiale, un piatto tradizionale che arriva dall’Emilia Romagna, l’ideale per le serate fredde invernali, è ricca e sostanziosa ed è preparata con semolino e parmigiano che vengono letteralmente tuffati nel brodo di carne che dà un sapore avvolgente. Per quanto possa sembrare strano è amato anche dai piccolini, perchè è molto saporito. La preparazione non richiede molto tempo dietro i fornelli, è abbastanza rapida e non è necessario essere esperti o amanti della cucina.

Ingredienti per l’impasto
  • Uova (circa 4 medie) 220 g
  • Semolino 135 g
  • Parmigiano reggiano 90 g
  • Burro 75 g
  • Sale fino q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Brodo di carne 1 l
Preparazione

Per preparare la zuppa imperiale iniziare dal brodo di carne, quindi lavare e pelare le verdure che devono essere sistemate dentro un tegame dai bordi alti con l’olio. Quindi aromatizzare con il pepe, i chiodi di garofano, aggiungere la carne e coprire con 3litri di acqua. Fare cuocere in questo modo per un’ora a fuoco lento. Una volta arrivati a fine cottura filtrare il brodo con il colino.

Adesso conservare la carne e le verdure, salare il brodo, passare alla preparazione dell’impasto. Prendere un pentolino, sciogliere a fuoco dolce il burro e metterlo da parte. Versare dentro il semolino, il parmigiano e unire le uova, il sale ed il burro. Aromatizzare con un pò di noce moscata grattugiata, mescolare e amalgamare tutto bene con la frusta.

Imburrare la teglia, foderare con carta forno, trasferire l’impasto al suo interno, livellare la superficie con il dorso del cucchiaio e passare alla cottura in forno statico preriscaldato a 180° per 35 minuti. A fine cottura sfornare il composto e farlo raffreddare, quindi rovesciare la teglia sopra una superficie qualunque per esempio un tagliere e sformare il panetto. Tagliarlo a strisce e poi a cubetti piccolini, versare il brodo caldo dentro un piatto e aggiungere i cubetti appena formati. La zuppa imperiale è pronta per essere servita. 

Consigli e Conservazione
La zuppa imperiale deve essere consumata subito, altrimenti può essere conservata senza il brodo però per massimo 2 giorni dentro un contenitore a chiusura ermetica. Invece per quanto riguarda i cubetti possono essere direttamente congelati porzionati per essere utilizzati quando servono. 

La ricetta ha diverse varianti, per esempio all’impasto può essere aggiunta la mortadella che dà un sapore in più, quel qualcosa in più che rende il piatto ancora più ricco ed affascinante. Questo potrebbe essere un trucco per attirare l’attenzione dei più piccoli qualora non dovessero avere intenzione di assaggiare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here