Il pane frattau, o “su pani frattau” è un piatto tipico della cucina sarda, forse meno conosciuto rispetto ai famosi “malloreddus” e “culurgiones”, o al classico “porcetto al mirto”, ma che allo stesso modo rispecchia la tradizione più genuina e antica dell’isola. Si tratta di un piatto povero e abbastanza semplice da preparare, ma che ha bisogno di ingredienti di qualità.

Pane frattau, cosa serve per prepararlo

Il pane frattau è un piatto tipico della Sardegna centrale che consiste nella stratificazione di pane carasau con sugo di pomodoro e pecorino. Era un piatto povero, ma molto nutriente, facile nella sua preparazione, ma che punta tutto su ingredienti di ottima qualità. Per prepararlo occorrono:

  • pane carasau

  • polpa di pomodoro/ sugo di pomodoro

  • aglio

  • pecorino sardo grattugiato

  • brodo di pecora

  • uova

  • basilico

  • aceto, sale e peperoncino.

La preparazione del piatto

Una volta che avrete preparato il sugo di pomodoro, aggiungete l’aglio, il sale e il peperoncino, assieme a un cucchiaio d’olio. Lasciate andare sul fuoco basso per una decina di minuti. In un altro recipiente scaldate il brodo di pecora e in un altro ancora fate bollire dell’acqua con un pizzico di sale e un bicchiere d’aceto.

Calate nell’acqua con l’aceto un uovo per volta, avendo cura di muovere l’acqua in modo da ottenere delle uova in camicia.

Prendete ora i fogli di pane carasau e immergeteli nel brodo per il tempo di bagnarsi, ma non spezzarsi. Adagiateli ora sul piatto componendoli a strati che alternerete col sugo. Una volta ottenuti abbastanza strati, spolverate col formaggio, aggiungete due foglie di basilico e adagiate, in cima, l’uovo in camicia. Spolverate con del pepe a piacere.

E per chi ha intolleranze?

Chi ha intolleranze o allergie alimentari non deve necessariamente rinunciare a questo delizioso piatto. Infatti basta sostituire il pane con pane senza glutine, in mancanza del pane carasau si può utilizzare un pane rustico senza glutine tagliato a fette sottili, in questo caso sarà bene non inzupparlo troppo nel brodo.

Se invece il problema fossero le uova, si potranno semplicemente eliminare dalla ricetta che non patisce di questa assenza e resta comunque un primo molto gustoso. Suggeriamo, infine, per chi decide di gustare questo piatto in ristorante, di utilizzare la Carta alimentare in modo da comunicare eventuali allergie e intolleranze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here