pandarancio

Pandarancio

Pandarancio 01

Il pandarancio è un dolce molto comune a Palermo. Ha un sapore di arancia molto intenso, è morbido e molto profumato. La sua particolarità è data dal fatto che si usa tutto il frutto, in diverse composizioni: succo, scorza, candito. Alcune ricette prevedono l’utilizzo del frutto intero, frullato in toto insieme all’impasto. Io trovo che in questo modo, però, prevalga la nota amarognola data dall’endocarpo, la pellicola bianca che si trova sotto la buccia.

Sul perchè venga chiamato pandarancio (al maschile) e non pandarancia (al femminile) non ho trovato molte indicazioni. Come sappiamo, l’arancia è il frutto, mentre l’arancio è l’albero. A rigor di logica, quindi, utilizzando il frutto, dovremmo chiamare questo dolce pandarancia. Invece non è così. Se trovate una soluzione a questo enigma, me la raccontate?

Questa ricetta, donatami da Giovanni Cappello, è perfetta e molto semplice da realizzare.

Pandarancio 02

Pandarancio

Ricetta di giovanni Cappello

Per uno stampo da 24 cm

125 gr burro morbido

150 gr farina di mandorle

100 gr tuorlo

37 gr zucchero

25 gr pasta di arancia (scorze di arancia candite e frullate)

25 gr succo di arancia

scorza di 1 arancia grattugiata

150 gr albume

125 gr zucchero

175 gr farina 00

1 bustina di lievito per dolci

 

Per il procedimento vi rimando alla visione di questo video, che ho pubblicato sulla mia pagina qualche giorno fa. Non è necessario usare uno stampo a ciambella come ho fatto io. Anche uno stampo rotondo e uno da plumcake andranno benissimo.

Mi raccomando, seguitemi sulla mia pagina Facebook. Oltre alle mie ricette, troverete nuove idee, le mie videoricette e tanto altro.

Buon Appetito!
Stefania

Comments

  1. Ciao Stefania, è sempre un piacere far capolino nel tuo meraviglioso blog
    Questa torta l’ho fatta alcuni anni fa con il frutto intero e giustamente come dici tu, mi risultò amarognola.
    Poi pensai di rifarla mettendo preventivamente le arance in acqua alcuni giorni come si fa per la marmellata, per ovviare il problema.
    Io l’ho conosciuta come una torta di origini ebraiche.
    Siciliana-ebraica, non importa: è sempre una meraviglia constatare che alla fine ci si ritrova sempre tanto vicini a tavola
    Complimenti

  2. Ciao Stefania!!
    Pandarancio o pandarancia, comunque sia è bellissimo e fatto alla perfezione , come tutte le tue creazioni!
    Adoro il profumo ed il sapore dell’arancia, dovrei provare a farlo!
    Un abbraccio
    Lucia

    • è molto delicato, morbido, e si mantiene perfettamente anche per una settimana, sempre che tu riesca a non finirlo prima. Fammi sapere se lo provi, mi farebbe piacere avere il tuo parere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *