latte fritto
La Sicilia propone una serie di dolci sfiziosi per tradizione per qualunque occasione, anche durante il periodo di Carnevale. Il latte fritto, nasce da una mescolanza di tradizioni sia italiane che spagnole e si tratta di deliziosi bocconcini di origini antiche, è caratterizzato dall’aroma di agrumi e dall’assenza delle uova nell’impasto, tutto questo permette di rientrare nelle fritture più attese dell’anno che però và consumata subito, ben calda per preservare la fragranza e la bontà. La preparazione non richiede molto tempo ed è perfetta anche per chi non ama stare in cucina dietro i fornelli ma è costretto per ricevere ed accogliere al meglio degli ospiti.

Ingredienti
  • Latte intero 800 g
  • Amido di mais (maizena) 200 g
  • Zucchero 150 g
  • Scorza di limone 1
PER LA PANATURA
  • Uova 4
  • Pangrattato 200 g
PER FRIGGERE
  • Olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Per preparare il latte fritto versare dentro una ciotola l’amido, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone, quindi mescolare bene e mettere da parte. Dentro un pentolino scaldare il latte e quando sarà bollente versarlo dentro la ciotola ed aggiungerlo agli ingredienti secchi poco per volta mescolando bene evitando che si formino i grumi.

Mettere tutto dentro la pentola, sistemarla sul fuoco (dolce), mescolare e quando la crema inizierà a diventare densa spegnere e continuare a mescolare. La crema tornerà liscia anche lontana dalla fonte di calore. 

Una volta cotta stenderla in una teglia da 26×19 cm circa, foderata con carta forno e farla freddare in frigo anche per tutta la notte. Quando sarà fredda tagliarla a cubotti irregolari di circa 4 centimetri, con queste dosi dovrebbero venirne fuori un 18 pezzi.

Ogni pezzo di crema dovrà essere passato prima nelle uova sbattute, poi nel pangrattato e poi di nuovo nelle uova e nel pangrattato, per una doppia panatura che darà tutta la bontà che merita. 

Dopo avere impanato i bocconcini metterli su un vassoio, scaldare l’olio e immergerli quando l’olio avrà raggiunto la temperatura giusta.

Scolarli quando saranno del giusto colore, quindi dorati, e lasciarli asciugare dentro un vassoio rivestito con della carta assorbente che elimini tutto l’olio in eccesso. Servire caldi.

Consigli E Conservazione 

Il latte fritto è da consumarsi al momento, anche se non eccesso perchè si tratta di fritto dolce e potrebbe sdegnare. Evitare di congelare.

Per coloro che hanno dei gusti forti, aggiungere la cannella o la scorsa dell’arancia e servire con l’aggiunta del cioccolato fondente fuso che sarà l’ideale per raggiungere la giusta golosità.

Sarà il dolce preferito da grandi e piccini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here