costolette di maiale marinate con

Costolette di maiale marinate con barchette di patate ripiene

Non mangio carne bianca, però ho pubblicato qualche ricetta di pollo in questo blog e devo confessare che ho mangiato tutto con gusto.
Non mangio interiora, però vi ho propinato ugualmente una ricetta di trippa da far risvegliare i morti (questa però davvero non l’ho mangiata … )
Non mangio carne di maiale, però queste costolette me le sono spolpata fino alla fine, senza lasciare la minima traccia di carne attaccata all’osso. Ma potrei dare la “colpa” di ciò allo splendido contorno scelto per accompagnare queste costolette …. perchè si sa, le patate stanno bene dappertutto …
E voi? C’è qualcosa che non mangiate? (intolleranze e allergie a parte, chiaro!)

Costolette di maiale marinate
da “Che cosa cucinare e come cucinarlo” di J. Hornby
Per 6 persone:
18 costolette di maiale con l’osso
1 spicchio di aglio
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
6 cucchiai di salsa di soia*
3 cucchiai di miele liquido
2 cucchiai di aceto di vino rosso (io aceto di mele)
2 cucchiai di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di pepe
1/2 cucchiaino di paprika forte
1/2 cucchiaino di tabasco
2 cucchiaini di salsa worcester
Triturare l’aglio, unirvi tutte gli ingredienti e amalgamare. Disporre le costolette di maiale in una teglia che le possa contenere comodamente (consiglio una teglia e getta) e ricoprirle completamente con la marinata, girandole bene in modo che siano uniformemente rivestite. Lasciare marinare un’ora a temperatura ambiente coperte da carta stagnola. Passato il tempo, cuocetele in forno  con la stagnola per un’ora a 180°. Eliminare poi la stagnola e terminare la cottura per un’altra ora, girandole spesso in modo da non farle asciugare. saranno pronte quando saranno ricoperte da una salsa scura e densa.
*La salsa di soia contiene glutine. Per mantenere questa ricetta glutenfree, sarà necessario procurarsi la salsa di soia senza glutine, nei negozi specifici.

Barchette di patate ripiene:
da “Che cosa cucinare e come cucinarlo” di J. Hornby
Per 6 persone:
6 patate grosse
1 cucchiaino di sale
6 fette di pancetta*
3 cipollotti
150 gr di gorgonzola
sale, pepe, olio
200 ml di panna acida (anche meno, secondo i miei gusti)
1 manciata di erba cipollina

Preriscaldare il forno a 200°. Lavare bene le patate con tutta la buccia, strofinandole con una spugnetta pulita. Spennellarle di olio e disporle in teglia ancora intere. salare e fare cuocere per un’ora e mezza, rigirando a metà cottura, finchè non sono croccanti (noi avevamo il forno impegnato e le abbiamo bollite, sacrificando buona parte dell’aspetto croccante).
Quando cotte, farle intiepidire, tagliarle a metà nel verso della lunghezza, scavarle con un coltellino ed eliminare la polpa, lasciando un “guscio” spesso. Mettere le barchette così ottenuto di nuovo in teglia, spennellarle con olio e farle dorare 15 minuti in forno a 200°.
Nel frattempo, tagliare la pancetta a dadini e passarla in padella antiaderente finchè non è croccante. Condire la panna acida con sale, pepe ed erba cipollina e conservare in frigo fino al momento dell’uso.
Tagliare il gorgonzola a cubetti e il cipollotto a fettine sottili.
Farcire le patate con il gorgonzola sbriciolato, la pancetta e i cipollotti e portare un’ultima volta in forno per altri 5 minuti. Servire immediatamente.

Questo ciò che è rimasto …

* alimento a rischio contaminazione

Buon Appetito!

Stefania

Comments

  1. Wow, sono appetitosissime!!! Devo assoluitamente farle, mai sia che i gemellini mi nascono con la voglia di costoletta sulla chiappetta!!! ????
    Tornando al tuo discorso delle allergie, io sono allergica a pesce, molluschi e crostacei, di mare e di fiume…tollero leggermente il tonno, ma in piccolissime dosi. Per il resto, come carne mangio solamente pollo, tacchino, maiale, manzo e vitello…fine, tutto il resto per me non potrebbe esistere, ovviamente, non mangio nemmeno le interiora :)
    Buona giornata!!! :)

  2. Non amo l'agrodolce eppure mia madre fa una pizza rustica tipica partenopea che prevede una frolla leggermente dolce con un ripieno salato che tutti le chiedono MissD. in testa (e che trova puntualmente quando ci andiamo…)…
    Ecco in quel caso un pezzettino piccolo lo mangio sempre…quasi mai da altre provenienze a meno che non sia una "mano affidabile" ???? ehehehehehe
    Prendo spunto dalle ricette, dalle foto che rendono in pieno quanto ti sia riuscita la cena e penso che prima o poi dovrò preparare anche io qualcosa che non amo troppo al palato…con questo post mi insegni che alcune strade vanno percorse a prescindere…:) ehehehhehehe
    Complimenti.

  3. Ricciriccia: Attenzione: creano dipendenza!

    Selina: non sia mai …. largo spazio alle voglie!

    Gambetto: in realtà io non sono molto "aperta" da questo punto di vista: ho dei pregiudizi che difficilmente riuscirei ad affrontare, primo tra tutti le interiora. Anche la mano migliore non mi potrà mai convincere a mangiarle … per cui, vedi … in realtà io non ho nulla da insegnare!

    Valentina: ma il maiale è carne bianca!

    Zio: certo, perchè passare da te alle 8, invece, è una botta di salute, vero???

  4. E come avresti potuto resistere di fronte tale bontà?
    Sulla trippa invece sarei passato anche io…
    Fabio

  5. com'è che non conosco quel libro????
    (interrogativo lacerante, che fa passare in secondo piano tutto il resto, amor materno compreso visto che la creatura impazzirebbe, per le une e per le altre…)
    Bellissima, la foto con gli ingredienti
    ciao
    ale

  6. Mi piace assai questa ricetta,io adoro le costalette di maiale..hanno un aspetto davvero invitante!

  7. Fabio: la trippa proprio no ….

    Alessandra: ma dai … allora adesso so cosa regalarti al nostro prossimo incontro!!! Guai a te se te lo compri! (così poi scopri che in realtà la foto l'ho copiata da libro … ahahahaha)

    Tiziana: fatte in questo modo sono piaciute anche a me che in genere non mangio maiale, quindi …

    Gaia: ormai Stefania mi ha "contaminata" ….

  8. la trippa anche io la cedo volentieri…tutto il resto no!! per non parlare di queste costolette…mamma mia settimana prossima sono mie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *