spinaci alla romana
Gli spinaci alla romana sono il contorno più buono in assoluto ma allo stesso tempo molto semplice da preparare, ci vogliono pochissimi minuti per ottenere un piatto da far leccare i baffi. La ricetta che segue è di origine laziale e gli spinaci qui sono saltati in padella insieme al burro, all’uvetta ed ai pinoli. Il contorno può essere accompagnato ai secondi piatti sia ci carne che di pesce e anche se può sembrare strano, è uno dei pochi contorni alle verdure che essendo saporito riesce ad attirare l’attenzione dei più piccoli. 
E’ inoltre l’ideale per coloro che non amano cucinare o che non hanno molto tempo da trascorrere dietro i fornelli. 

Ingredienti
  • Spinaci 1 kg
  • Burro 100 g
  • Pinoli 80 g
  • Uva passa 100 g
Preparazione

Per preparare gli spinaci alla romana iniziare dall’uvetta che per deve essere messa in ammollo dentro una ciotolina d’acqua tiepida per circa mezz’ora, poi si passa alla pulizia degli spinaci che vanno lavati sotto l’acqua fresca corrente, si fanno scolare bene e si prende il burro. Il burro deve essere messo su una padella antiaderente e si deve fare sciogliere lentamente e a fuoco bassissimo per evitare di farlo scaldare troppo. 

Unire quindi gli spinaci, aggiungere un pizzico di sale e farli ammorbidire qualche minuto a fuoco molto lento con sopra un coperchio. Scolare l’uva passa (più sta in acqua meglio è per un ottimo risultato), strizzare e unirla agli spinaci insieme ai pinoli ed al sale che và nuovamente controllato. Mescolare tutto insieme cercando di amalgamare quanto più possibile ed ecco che gli spinaci alla romana sono pronti. 

Consigli E Conservazione

Per conservare gli spinaci alla romana usare un contenitore a chiusura ermetico e riporli in frigorifero dove possono rimanere per massimo un giorno e non oltre. Rimanendo in frigo diversi giorni perdono la loro bontà ma anche la consistenza, quindi soprattutto se devono essere serviti a degli ospiti si corre il rischio di non fare proprio una bellissima figura.

Nel caso in cui non dovessero esserci spinaci freschi (quindi fuori stagione), utilizzare quelli surgelati facendo attenzione alle quantità poichè quelli congelati rilasciano parecchia acqua e ovviamente non avranno la stessa qualità di quelli appena raccolti nell’orto di casa propria.

La ricetta ha diverse varianti e ognuna di esse vale sicuramente tanto e deve essere assaggiata, gli spinaci infatti si prestano benissimo ad esperimenti di qualunque tipo. Dato sfogo alla vostra fantasia, siamo certi non ve ne pentirete.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here