Peperonata
Peperonata, il contorno classico ed estivo più buono in assoluto, il più semplice che possa esistere. Semplice E colorato, questo piatto si prepara con peperoni, cipolla, pomodoro e si può utilizzare per accompagnare secondi piatti di carne e di pesce. Va servita fredda invece con un bel tagliere di formaggi e può trasformarsi in un antipasto accostato a dei salumi misti. Non servono tanti ingredienti, si prepara in pochissimi minuti ed è perfetta anche per coloro che non vogliono trascorrere troppo tempo in cucina o comunque non amano cucinare. E’ l’ideale anche quando a pranzo o a cena saranno presenti dei bambini. Difficilmente i peperoni piacciono ai più piccoli, ma preparati in questo modo hanno quel qualcosa in più. Ecco a seguire tutti e gli ingredienti utili per la preparazione.

Ingredienti

• 4 peperoni di vario colore (2 rossi, 1 giallo, 1 verde)
• 1 cipolla
• 200 g di passata di pomodoro
• 1 spicchio d’aglio
• olio extravergine di oliva
• sale

Preparazione

Per preparare la peperonata lavare i peperoni scelti per il contorno, disporli su una teglia ricoperta di carta forno, trasferire nel forno caldo a 180 °. Farli cuocere per circa 15-20 minuti girandoli ogni tanto perché devono cuocere in maniera uniforme.

Quando saranno cotti farli intiepidire, poi tagliarli, spellarli ed eliminare i semi ed i filamenti, tagliarli a piccole striscette, falde per essere pronti ad affrontare la seconda fase della preparazione tanto semplice quanto rapida.

Prendere una padella antiaderente larga, fare scaldare al suo interno 4 cucchiai di olio insieme all’aglio e alla cipolla tagliata a piccoli pezzettini. Dopo qualche minuto aggiungere i peperoni e farli insaporire quindi togliere lo spicchio dell’aglio ed unire infine la passata di pomodoro.

Mescolare bene tutto insieme, aggiungere un po’ di sale per fare cuocere ancora per 20 minuti a fiamma dolce. Toglierlo dal fuoco e servire la peperonata sia tiepida che fredda. Tra l’altro è importante specificare che se dovesse rimanere può anche essere conservata in frigo fino al giorno dopo. Basta solamente tirarla via qualche minuto prima e poi servita  associata a qualunque piatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here