patate mpacchiuse
Patate ‘mpacchiuse sono nate in America meridionale, derivano dalla Spagna e sono state successivamente portate nei Paesi Bassi e poi Italia. Da subito uno dei contorni migliori più amati da un pò tutti grandi e piccini anche perchè si abbinano a qualsiasi cosa, quindi utilizzato per più piatti e più occasioni con la certezza di ottenere un ottimo risultato. Le patate ‘mpacchiuse vengono cucinate con la cipolla e provengono da Cosenza, il loro nome è spiegato dalla realtà ovvero una volta cotte le patate saranno attaccate tra loro ma nonostante questo rimarranno morbide al loro interno con una buonissima crosticina all’esterno. Si tratta di un piatto misto perchè se da una parte sono fritte, dall’altra sono anche cotte in umido; inoltre la ricetta permette di arricchirle in vari modi insaporendole con qualsiasi altro ingrediente a propria scelta. In questa ricetta le cipolle scelte sono quelle di Tropea, ma ci sono tantissime varianti, c’è per esempio chi le associa ai peperoncini, chi ai funghi porcini e chi alla pancetta. 

Ingredienti
  • Patate silane 930 g
  • Cipolle rosse di Tropea 240 g
  • Olio extravergine d’oliva 60 g
  • Sale fino q.b.
Preparazione

Per preparare le patate ‘mpacchiuse sbucciare le patate e tagliare a fette di 3mm, pelare la cipolla e tagliare prima a metà e poi a fette di mezzo cm. 

Versare l’olio dentro un tegame, fare scaldare, unire le patate e regolare di sale coprendo con il coperchio per massimo dieci minuti senza dover mescolare. 

Una volta trascorsi i 10 minuti unire le cipolle e coprire facendo cuocere per altro 20 minuti agitando semplicemente il tegame per evitare che si attacchi il tutto. 

Togliere il coperchio e fare cuocere ancora per altri 15 minuti mantenendo il fuoco medio, mescolare le patate perchè questa è una fase fondamentale per la cottura e fare attenzione che rimanano integre. 

Una volta cotte prendere le patate e trasferirle in un piatto anche senza carta assorbente, servire calde. 

Consigli E Conservazione

Si consiglia di consumare le patate al momento evitando di conservarle per troppo tempo, in alternativa possono essere sistemate in frigo per un paio di giorni e non oltre.

Anzichè usare le patate della Sila possono andare bene anche quelle a pasta gialla; le patate possono essere condite anche con il peperoncino o con i funghi porcini. 

Qualora dovessero avanzare patate utilizzarle per una tortilla de patatas oppure metterle in forno a gratinare con l’aggiunta del parmigiano o del pangrattato ed il contorno è servito. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here