chia pudding con latte di nocciola e pere caramellate

Chia pudding con latte di nocciola e pere caramellate

I semi di chia sono dei piccolissimi semini neri ricavati dalla Salvia Hispanica, una specie vegetale molto diffusa in centro e sud America. Hanno innumerevoli proprietà benefiche, e sono ricchissimi di oligoelementi e acidi grassi essenziali. Uno dei modi più comuni di utilizzarli è il chia pudding, ovvero il budino di semi di chia.

Il principio è quello di sfruttare la loro enorme capacità di assorbire l’acqua: infatti, una volta idratati, riescono a gonfiarsi, producendo un gel denso e vischioso, e creando una consistenza “budinosa”. Sono molto usati per produrre dolci vegani, o in aggiunta ai muesli della colazione, o ai frullati di frutta. L’unica nota negativa dei semi di chia è che sono molto costosi. Per risparmire qualcosina, si posso acquistare online in grande quantità (confezioni da 1 Kg, in proporzione, costano molto meno dei singoli pacchetti da 100 grammi)

Chia Pudding

Per 1 porzione

150 gr latte vegetale (alla nocciola, alla mandorla, alla soia …)
20 gr semi di chia
1 cucchiaio di sciroppo d’acero (facoltativo)

Inoltre:
1 piccola pera
1 cucchiaio di sciroppo d’acero

Versare il latte vegetale in un contenitore con tappo ermetico. Aggiungere i semi di chia e lo sciroppo d’acero (non è indispensabile, regolarsi in base alla dolcezza del latte che usiamo per la preparazione: assaggiarlo) e “shackerare” energicamente. Fare riposare mezz’ora, poi agitare nuovamente il barattolo (questa doppia operazione si rende necessaria perchè, idratandosi, i semi tendono ad raggrumarsi tra loro). Conservare il contenitore in frigo per 1 notte. Tagliare la pera a cubetti e saltarla in padella per pochi minuti con lo sciroppo d’acero.

Il mattino seguente, versare il budino in un bicchiere, e servire con la pera caramellata e una spolverata di mandorle o nocciole in granella.

Buon Appetito!
Stefania

Comments

  1. Ma buono!!!!! I miei figli continuano a chiedermi di prepararli un pudding ma io non ne sono capace, mi sa che qui ho trovato la ricetta! Baci

    • Beh, in realtà non è un vero pudding, ma la consistenza lo ricorda molto. Ho letto molti pareri in giro su questo budino, c’è chi, come me, lo ama; chi, invece, non gradisce questa consistenza budinosa. Fammi sapere se a te piace. Bacio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *