Capesante gratinate
Capesante gratinate l’antipasto più elegante e sfizioso esistente, perfetto per le feste a non solo. La panatura aromatizzata e profumata dà il tocco finale, il timo, la maggiorana ed il prezzemolo hanno un ruolo fondamentale perchè danno alle capesante un gusto particolarmente delicato e raffinato che difficilmente si riesce a dare a qualsiasi tipo di pesce. Le capesante gratinate sono ad ogni modo molto semplici da realizzare, possono essere preparate anche all’ultimo essendo abbastanza rapide da cuocere, l’ideale anche per chi in cucina non ha grande esperienza o pur avendola non ha pazienza o semplicemente voglia di mettersi ai fornelli. L’unica cosa da fare è preparare bene con molta attenzione la panatura perchè al resto ci pensa la cottura in forno (alla quale però bisogna stare attenti). 

Ingredienti
  • Capesante 8
  • Pane mollica 100 g
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva 40 g
  • Scorza di limone 1
  • Prezzemolo q.b.
  • Timo q.b.
  • Maggiorana q.b.
Preparazione

Per realizzare le capesante gratinate, iniziare dalla panure quindi togliere la mollica del pane, eliminare la crosta che invece può essere utilizzata per fare dei crostini super croccanti, tagliare la mollica a piccoli cubetti e trasferire dentro il mixer con l’olio, il sale ed il pepe, senza esagerare.

Aggiungere quindi le erbe, il prezzemolo, la maggiorana, il timo e la scorza del limone grattugiata. Frullare ed ecco ottenuta la panure che sarà abbastanza umida e gustosa, la cosa più importante è che non venga fuori asciutta perchè rovinerebbe il gusto finale del piatto che regge soprattutto su quella. 

Prendere le capesante, sistemarle su una leccarda in modo che la conchiglia sia rivolta verso la base e farcirle con la panure ottenuta. Infornare in forno ventilato preriscaldato a 190° per un massimo di 15 minuti e tirare fuori una volta formata la crosticina dorata. A questo punto le capesante gratinate saranno pronte per essere servite.

Consigli E Conservazione

Le capesante gratinate devono essere consumate ancora calde perchè perdono sapore, possono essere conservate al massimo un giorno dentro il frigo in un contenitore ermetico ma non avranno lo stesso gusto delle capesante appena preparate. E’assolutamente vietata la congelazione. 

Il limone e le erbe aromatiche sono gli ingredienti principali della panatura ma non sono obbligatori, ciò vuol dire che si possono sostituire con altri ingredienti che magari piacciono un pochino di più. Esempio? Al posto della scorza del limone il pistacchio, mentre al posto delle erbe i pomodorini. La ricetta sicuramente cambierà totalmente ma sarà probabilmente ancora più buona, perchè non provare?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here